Fragments d’Histoire de la gauche radicale
Slogan du site
Descriptif du site
Inoltro questo resoconto su Genova che ritengo molto affidabile (non è mio)
Article mis en ligne le 29 janvier 2014

par ArchivesAutonomies
logo imprimer

questo è il mio racconto :
sono arrivato a genova (da solo) mercoledì 18, sono andato a sistemare il mio sacco a pelo in un campo sportivo -la sciorba- (lì c’erano degli amici -non anarchici- arrivati domenica), c’erano 200 persone accampate, sembrava un campo di boy-scout, era ancora tutto pulito e le docce erano calde....
la mattina stessa sono andato a seguire i lavori del Genova Social Forum (GSF) : 2 incontri sui temi della globalizzazione con relatori provenienti da tutte le parti del mondo. Argomenti : il debito dei paesi poveri (anzi il loro "credito" nei confronti dei paesi ricchi), le politiche di rapina delle multinazionali del petrolio (tra cui l’AGIP) o quelle che costruiscono le grandi dighe (con i soldi del fondo monetario internazionale), immigrazione e sfruttamento degli immigrati, esperienze di progetti di sviluppo (il microcredito), la questione dei cibi transgenici e quella più generale del considerare il cibo come una merce...... insomma le questioni che il "popolo di seattle" ha posto al centro del proprio impegno politico. Partecipazione alta (200-300 pers a incontro), clima ottimo, niente scazzi, estrazioni politiche le più varie (cattolici, ambientalisti, popolo di sinistra vario) -è stata fischiata solo una dei DS-, grande ottimismo, sensazione (mia ?) di costituire una nuova aggregazione "politica"....
a pranzo ho mangiato cibo biologico offerto -a tutti- da un associazioni di agricoltori biologici... buono, non solo perchè gratis !
la sera sono passato al centro sociale Pinelli -anarchici-, praticamente non conoscevo nessuno ("manco" agli appuntamenti del movimento A da qualche anno), naturalmente nessuno mi ha fermato o chiesto chi fossi -è la prassi A- era ancora giorno quando è iniziata l’assemblea. Anarchici da tutte le parti del mondo -lingua inglese, traduzioni in italiano, francese, tedesco, spagnolo-, l’argomento era la modalità della partecipazione alle manifestazioni del 20......
Per il 20 gli A italiani, almeno quelli che facevano rif. al "coordinamento" anarchici contro il G8, avevano organizzato un corteo con gli operai dei CUBS -confederazione di sindacati indipendenti di matrice comunista e libertaria- un corteo pacifico, naturalmente....
….naturalmente anche la questione "dell’attacco" alla zona rossa è stata messa in discussione (teniamo presente che, almeno fino a questo momento, "l’attacco" alla zona rossa è ancora un obiettivo dichiarato da tutto il GSF - attac, rete liliput, tute bianche ecc-, lo stesso obiettivo che aveva il movimento a seattle o a goteborg.…..almeno credo).
…….naturalmente ben presto -per modo di dire, s’è discusso fino a mezzanotte- s’è capito che la manifestazione sindacale e "l’attacco" non erano conciliabili.
……naturalmente ci si lascia ognuno con la propria scelta di modalità di partecipazione alle manifestazioni del 20….
la notte ho dormito sotto il tendone dove oramai c’erano già + di 600-700 pers......faceva un freddo cane, ho dormito malissimo......continuava a venire gente.... molti sono stati svegli tutta la notte (discussioni, canti, sesso... di tutto, clima alla woodstock)
giovedì 19 : manifestazione dei migranti. Tutto tranquillo ! 50mila pers, molti anarchici, tranquillissimi anche quelli -nerovestiti (NV)- che avevo incontrato al pinelli la sera precedente. Clima ormai pienamente ottimistico, siamo + di quelli che si prevedeva che fossimo, previsioni
entusiastiche sul 20...
...... troppa folla allo stand degli agricoltori bilogici, niente cena gratis, si torna al tendone mentre inizia a piovere. Niente giro al pinelli (ci sarebbe dovuto essere un concerto), diluviava, a letto presto
.......ora sotto il tendone siamo + di 2000, eppure questo non basta per sconfiggere il freddo... a mezzanotte la zona "popolata" dai kurdi s’è allagata.....
venerdì 20 : mi alzo presto, intirizzito dal freddo e dall’umidità della notte, e vado vs il pinelli -che era a pochi passi dal tendone- mi fermano dei compagni : il pinelli è circondato dalla polizia, stanno facendo una perquisizione e bloccano tutti quelli che si avvicinano.... torno indietro e insieme ad altri compagni anarchici incomincio a megafonare all’interno del tendone raccontando quello che accade e chiedendo a tutti di intervenire....1 centinaio di persone si raduna fuori al pinelli, la polizia
si allontana..... Nonostante tutti si aspettassero delle provocazioni poliziesche gli animi sono preoccupati....
I compagni A si danno appuntamento per il pomeriggio alla manifestazione dei lavoratori, io me ne vado in città a vedere tutte le altre iniziative di "disobedienza civile" .....
ore 10.00 vago per il centro senza metà -gli appuntamenti sono tutti verso le 12.00- però rimango sempre intorno alla zona della stazione brignole, dove dovrebbero arrivare i cobas -piazza dei novi- e altri (non mi ricordo le sigle) e forse (...era una delle proposte all’assemblea del 18 sera) qualcuno dei gruppi anarchici ….
Dappertutto polizia, marcantoni vestiti da giocatori di football con maschere antigas, scudi da gladiatore romano, grappoli di lacrimogeni appesi al collo, autoblindo, gipponi e strade bloccate, non solo quelle della zona rossa ma tutto intorno .... con il passare del tempo nuove strade vengono bloccate da camionette che hanno una larga rete metallica lateralmente... i "manifestanti turisti", venuti apposta per guardare lo schieramento della polizia (ce n’erano moltissimi) incominciano a lasciare il posto ai manifestanti veri....
ore 11.45 in piazza dei novi ci sono moltissimi anarchici -che io ho identificato solo dalle bandiere rosse e nere- (sicuramente c’erano greci e svizzeri) che non avevo visto prima -nemmeno alla manifestazione del 19, ma molti di più sono i "non anarchici" o meglio quelli che non hanno bandiere, sono solo vestiti per manifestare la loro "disobbedienza civile"... sono vestiti con la divisa "alla moda" : casco, fazzoletto sul volto -rarissime le maschere antigas vere-, naturamente, il nero è il colore più diffuso (che sia già passata la voce che questa è la divisa di quelli + duri : i BB ???)
……ci sono anche bastoni e mazze di ferro -ho visto fare a pezzi una impalcatura x la ristruttarazione di un edificio che era lì vicino-....non potrei dire quanti erano gli armati, certo erano più i disarmati, anche perchè oramai c’erano diverse centinaia di persone.... non ho visto scontri con i cobas -alcuni ne hanno parlato- non ho visto scontri di nessun tipo fra manifestanti in piazza de novi (né gli altri giorni)ore 12.00 un gruppo di NV -tedeschi, ma non potrei giurarci, certo non italiani-, non particolarmente diverso dagli altri, rompe le vetrine del credito italiano, l’azione è fatta da pochi -non vedo strumenti di "attacco" particolari, solo bastoni, mazze di ferro, pietre, niente molotov- ma sono centinaia quelli che stanno intorno e nessuno -mi pare- esprima disapprovazione o paura per quello che accade.... molti giornalisti, fotografi, telecamere.... niente polizia (il gruppo + vicino è almeno a 700-800m -sempre che non si fossero spostati dalle posizioni che occupavano 30min prima), provo a fare una foto, ma senza teleobiettivo devo avvicinarmi troppo, uno di loro mi dice solo "no-photo" .... niente violenza sui curiosi come me !!..... mi allontano prevedendo cariche.... ora sono a 600-700m vedo del fumo nero : la banca brucia ??? subito dopo lacrimogeni !!! -sono passati almeno 15 min -ma forse anche di +- dallo sfondamento della vetrina...
sono in una zona dove non ci sono NV (scappati vs piazle kennedy, dalla parte opposta alla mia) solo "gente" varia, ma i lacrimogeni arrivano lo stesso.... qualcuno incomincia a spostare cassonetti... un gruppo di kurdi (maglietta bianca con qualcosa tipo una stella rossa, mi sa che non sanno della nuova moda BB !) dà fuoco ad una campana per la raccolta della plastica
....... i lacrimogeni continuanno a fioccare ma niente cariche -ho pensato che forse poteva essere una scelta tattica : disperdere i manifestanti con i gas tenendoli solo lontani dalla zona rossa.... mi sbaglio, non sarà così + avanti-
ore 13.00 mi muovo per andare alla manifestazione pacifica degli anarchici.... lascio alle mie spalle almeno 1 kmq di lacrimogeni e fumi neri.... non ho visto però ancora cariche.
..... arrivo a s.pierd’arena, moltissimi compagni anarchici, da tutte le parti d’italia, ci sono pure "ex-autonomi" look NV ma promettono un corteo pacifico... almeno 10mila i CUBS e 2mila gli A (più o meno) polizia poca.
Due ore di corteo che attraversa una zona portuale, praticamente non c’è niente e nessuno....
il n. dei poliziotti cresce con l’avvicinarsi della fine del corteo, nella piazza terminale -un budello circondato da containers con una sola via di fuga, stretta in salita e presidiata da poliziotti- il n. è impressionante..... per la maggior parte di noi il corteo finisce qui, si torna a casa !
ore 17.00 (circa) tornando verso il pinelli ed il tendone incontriamo un gruppo di NV -moltissimi sono fuori look, le magliette bianche si sprecano- non c’è polizia intorno, ma tutti guardano da qualche parte come se lì ci fosse il casino vero (forse loro erano solo la retroguardia)... siamo vicini a piazza manin -lilliputtiani-, per strada macchine rovesciate -non ci giurei ma mi sembravano di grossa cilindrata- e cassonetti spostati, non c’è fuoco, non ci sono lacrimogeni, non c’è polizia..... in una piazza (piazza manin) c’è gente che staziona ma non si capisce a far che, insomma pare tutto normale ... non so se loro le mazzate le devono ancora prendere o le hanno già prese..... superiamo dei posti di blocco dei vigili urbani, nessuno pensa a noi (anche se siamo 15 in un furgone)
ore 18.00 ho appena fatto la doccia al campo, quando arriva la notizia che hanno ammazzato un manifestante.... un tipo con "il manifesto" in mano all’ingresso del campo inizia a sbraitare che è tutta colpa dei BB, che ce ne sono anche nel campo, che lui li ha visti tornare ubbriachi la sera, che dobbiamo impedire che entrino qui, che possono fare casino anche da noi .... incredibile !! sembrava un poliziotto, eppure non c’era stato uno screzio fra quelli del campo fino a quel momento (l’ho detto, sembrava una situazione alla woodstok).
tutte le TV se la prendono con gli anarchici, la prima versine è che l’ammazato fosse un BB, il Tg di Fede dice che è stata una pietra lanciata dai suoi compagni !!!!....
al campo arrivano altri manifestati di ritorno dal centro, sento i racconti di pestaggi della polizia, ma anche delle violenze dei BB, tutti ripetono il ritornello "mediatico" che i BB sarebbero solo 300-400... la confusione è totale.... vado al pinelli !
ore 20.00 al pinelli sono tutti convinti che ci sarà un’irruzione della polizia.... dopo ore di discussione si arriva a stendere un comunicato x la stampa e per quelli del GSF -posizioni moderate, niente becere rivendicazione delle azioni violente- .... si va alla sede del GSF a portarlo.... in piazzale kennedy ci sono migliaia di persone, molti dormono nei sacchi a pelo, altri stanno lì a discutere, la tensione è alta, fuori in strada ci sono gipponi della polizia che sfrecciano velocissimi, un ragazzo da solo (maglietta bianca) si avventa contro uno di questi, non finisce arrotato per miracolo....
nella sede del GSF -la scuola del massacro cileno della notte successiva- ci sono centinaia di persone, una ragazza minuta alla porta cerca di impedire l’ingresso -e con noi ce la fa- dentro, dice, ci sono decine di feriti, medici e avvocati che cercano di documentare quello che è accaduto.... mi rendo conto solo in questo momento della vastità degli scontri e della violenza delle cariche della polizia.... litigo con la ragazza, lei non vuole farci entrare per farci usare i computer per mandare il comunicato in rete..... uno di "dentro" si offre di farlo x noi, discuto con la ragazza
fino alle 1.00 ... ci lasciamo anche i n. di cellulare.…. ho provato a chiamarla dopo l’irruzione il cell era sempre spento..... (la rintraccerò solo 4gg dopo, lei sta bene)
ore 2.00 nel tendone ci saranno 3-4mila persone, io dormo con i piedi di una nelle costole e la faccia di un salernitano sul mio naso.... c’è ancora gente che discute.... non c’è nessuno che blocca l’ingresso, gli idioti con l’istinto del poliziotto x ora non hanno ancora vinto.
sabato 21 mi sveglio all’alba e mi riscaldo sotto un sole già bello forte, la manifestazione è nel pom. passo il tempo a leggere il giornale, molte delle cose che leggo mi sembrano incredibili, nei posti dove sono stato ieri ci sono state battaglie dopo che io sono andato via, molti dicono che la polizia non ha caricato i BB ma se l’è presa con pacifisti ed ex-tute bianche, tutti parlano di questi 200-300 BB come se fossero gli unici ad aver fatto il casino, eppure il ragazzo morto era di genova e stava nella zona "battuta" dalle tute bianche -che poi le tute bianche per l’occasione non l’avevano messe per niente-..... nessuno sa dirmi se poi la zona rossa è stata sfondata o no....
tutti sono intenzionati a fare la manifestazione.… io sono convinto che a questo punto la polizia non si farà vedere dopo quello che è successo ....
molti si avviano prestissimo, io passo al pinelli poi con un gruppo di ragazzini vado al concentramento...in pulman e poi 3 km a piedi
ore 13.00 ..... in un punto lontano dal concentramento incontro uno spezzone di corteo composto da "gente" non identificabile -1000/2000- non sono NV ma sono organizzati in cordoni anni 70 (saranno comunisti "ammischiati" ???), capisco che stanno fronteggiando poliziotti che non vedo, poi mi giro e vedo sfilare sulla strada che sto percorrendo decine di gipponi, blindati -con i cannonicini x i lacrimogeni- e poi un numero enorme di auto civetta con poliziotti in borghese -vestiti di tutti i colori possibili-....
arriviamo in piazza che il corteo è già partito da 2 ore !!! si corre per ritrovare i compagni A, sorpasso decine di migliaia di persone, la gente dai balconi lancia acqua per rinfrescare i manifestanti .... non vedo spezzoni particolarmente duri anche se ci sono cordoni e i soliti caschi e mazze di legno, pochi sono i NV, i manifestanti con un pò di sale in zucca sono vestiti di bianco -io ho messo una maglietta colorata ma fa troppo caldo, dopo un pò mi spoglio- ....
dopo un po’ raggiungo i compagni A, sono vicino ai rifondaroli... lo spezzone A è bello grosso, ci sono anche stranieri, ma non mi pare di vedere le facce che avevo intravisto il 18 sera....
ore 15.00 (circa... da questo momento in poi non sono più sicuro dell’ora) mi spingo in avanti, all’incrocio di fronte a piazza M.Luther King -nei pressi di piazzale kennedy) sono in azione NV vari e gente vestita di tutti i colori, stanno spaccando vetrine di banche ma anche altro (una concessionaria di auto ?) .... a 200-300m -dalla parte di piazle kennedy- c’è il fumo dei lacrimogeni, il corteo sta sfilando da una strada laterale e si difende da quelli che fanno casino con un cordone che però non mi pare molto robusto...
sono proprio tra quelli che fanno il casino, sono centinaia, sparsi in una zona di 500-600 mq dappertutto telecamere, fotografi, giornalisti, la polizia è dalla parte di piazle kennedy, ma si avvicina, vedo il fumo dei lacrimogeni avvicinarsi.....
decido di tornare indietro ad avvisare i compagni che dovremmo farcela a passare, in fondo lì da rompere non c’è più molto (né mi pare ci fosse prima).... mentre torno dai compagni -500m più indietro- vedo gruppi di "turisti" da corteo -in fondo come me- che vanno verso gli scontri, qualcuno è vestito alla "moda" : casco, fazzoletto, bastone ......
le mie previsoni sul movimento del fronte della polizia sono sbagliate, un cordone di poliziotti difesi da 2,3 autoblindo con cannoncini e gipponi vari hanno conquistato l’incrocio...ora il corteo non può più avanzare.... i NV e i casinari "di tutti i colori" oramai sono chiusi fra polizia e corteo, in una zona dove non c’è nulla da rompere, alle loro spalle -cioè alle spalle del corteo- ci sono solo 500-600 m di una strada larga chiusa a dx dal mare (ci sono dei lidi, protetti da cancellate, muretti, siepi) e a sx da un alto muro -saranno 7-8m, se non di più- non ci sono traverse....
mi sembra che non ci sia niente da fare, in queste condizioni il corteo deve tornare indietro, ma consiglio di fare le cose con calma perchè oramai NV e casinari sono stati bloccati in una zona dove nulla possono fare..... (che stronzate che penso certe volte)..... invece il n. dei lacrimogeni aumenta, si decide di indietreggiare senza panico... io sono fuori dai nostri cordoni.... è un’attimo vedo i lacrimogeni che arrivano fra noi, la folla si apre, vedo le divise dei poliziotti con le maschere antigas.….ma non sono lacrimogeni, sono gas asfissianti !! ho conati di vomito, non riesco a respirare, i rifondaroli intorno a me sono impazziti dal terrore -anch’io- tutti corrono, tutti finiscono per schiacciarsi l’un l’altro, non ci sono vie di fuga, sono schiacciato dalla folla, non capisco + nulla, mi trascinano via, ho il terrore di cadere a terra, ho il terrore di morire schiacciato dalla folla, eppure cerco di spingermi verso il mare, ma non riesco a respirare, mi sento morire.... quanto tempo è passato prima che riesca a proteggermi dietro uno scooter ? ….sono seduto sul pianale dello scooter, non riesco ancora a respirare, ma sono vivo, la folla mi passa accanto, qualcuno cerca di aggrapparsi, non l’aiuto.....la folla si dirada ma il fumo dei gas copre ancora tutto…..uno squarcio nel fumo, eccoli là i marziani !! un nuovo terrore mi prende : le botte.... mi alzo -respiro sempre a fatica- faccio pochi passi, un cancello verso il mare, mi arrampico, com me altri, sono su di tetto di un casotto, devo scendere, metto male un piede e mi ritrovo a terra con un dolore lancinate al fianco
destro, ma ho altro a cui pensare, mi rialzo e scappo ancora con i conati di vomito….
mi ritrovo sulla spiaggia, siamo 100-200 ... due ragazzini -francesi ?- stanno forse peggio di me, sono NV !!, uno prende una pietra (x far che ?) l’altro gli urla di buttarla, un elicottero della polizia è a pochi metri sopra di noi, da mare ci accerchiano decine di gommoni zeppi di poliziotti vestiti di nero.... alzo la testa e mi viene di dire : "voi siete pazzi !!!"
ma non mi sente nessuno, non ho nemmeno la forza di urlare.... mi sento idiota.…. una coppia di ragazzini con le magliette dei lilliputiani urlano che fanno bene gli anarchici dei BB......
ritrovo i compagni..... torniamo indietro, 5 km di corteo all’incontrario, insieme quelli che non sono potuti passare saremo 10-15mila, tutti hanno visto o subito -come me- la carica dei "marziani", pochi parlano.... senso di frustrazione, umiliazione, impotenza.... dolore fisico e dolore dentro...
una paura incondizionata di provare di nuovo i gas..... a pochi metri dalla stazione di quarto -il punto di arrivo/partenza- si passa davanti ad una caserma, ci sono decine di poliziotti schierati e protetti da un alto cancello…. qualcuno grida, uno lancia una bottigli d’acqua...io ripeto "merde" per decine di volte (stavolta urlo !!)....sono appena passato che partono i lacrimogeni... o i gas, non lo so, sono scappato + veloce che ho potuto.....
ore 19.00 sono su un’auto di un compagno spagnolo, siamo in 6, stiamo tornando verso il tendone.... per strada migliaia di persone, manifestanti "normali", ad ogni incrocio però c’è il pericolo di altri lacrimogeni, se ne vede il fumo dappertutto, ci sono cassonetti a fare da barricate... in una strada vedo auto ditrutte : sono solo mercedes, le utilitarie sono tutte intatte.... facciamo un lungo giro per passare il + lontano possibile dalla polizia.... arrivo al tendone prendo la mia roba e fuggo.... gli amici di salerno -non A- hanno un pulman che li aspetta, va ad avellino (io dovrei andare a NA), ma non voglio rimanere lì un minuto di più......
nel pulman, c’era anche un prete -era un pulman organizzato da un gruppo di cattolici-, sento storie assurde di violenza poliziesca gratuita.... è mezzanotte quando arrivano le prime notizie dell’assalto alla scuola sede del GSF....mi dicono che sono stati i BB, non ribatto, non voglio fare considerazini razionali, la razionalità è stata cancellata a genova................




Site réalisé sous SPIP
avec le squelette ESCAL-V3
Version : 3.87.53